Prestiti senza garante

I prestiti senza garante sono quelle soluzioni finanziarie che non richiedono la presenza di un soggetto terzo identificato come garante. L’istituto finanziario, o la banca, baserà le proprie garanzie solo sul reddito dimostrabile del richiedente.

Bisogna porre molta attenzione riguardo al tipo di soluzione creditizia che si sta adottando, i prestiti cambializzati o con pegni, sono formule di pagamento che non prevedono anche esse la presenza di un garante ma pongono i beni mobili e immobili del debitore a rischio. Infatti, la cambiale in quanto credito esecutivo autorizza il creditore a rivalersi sul patrimonio personale del debitore per ovviare al debito non saldato.

Le due modalità di prestito senza garante più sicure e più scelte dai clienti sono sicuramente il prestito personale e la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Quest’ultima rappresenta sicuramente la soluzione più conveniente e sicura.

Prestito con cessione del quinto dello stipendio: in cosa consiste?

La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una forma particolare di prestito riservata ad alcune categorie specifiche, ovvero: dipendenti pubblici o statali, dipendenti privati o pensionati.

La caratteristica distintiva dei prestiti con cessione del quinto, sta nella modalità di rimborso. Infatti il pagamento delle rate mensili sarà trattenuto direttamente dall’ente che effettua il pagamento dello stipendio o dall’istituto che esegue l’erogazione della pensione.

La somma massima che può essere trattenuta non può superare 1/5 dello stipendio o della pensione.

Per la salvaguardia delle posizioni coinvolte nel prestito, è prevista la sottoscrizione obbligatoria di un’assicurazione a carico esclusivo della banca o dell’istituto finanziario.

Non è prevista la posizione del garante e non è richiesta la motivazione per il quale si intende accedere al prestito.

Prestito con cessione del quinto dello stipendio senza garante: è conveniente?

  • Questa modalità di prestito presenta delle caratteristiche molto vantaggiose:
  • Possibilità di accedere fino ad un massimo di € 75.000;
  • Rimborso del prestito in comode rate da 24/120 mesi;
  • Richiesta di estinzione applicabile in qualsiasi momento;
  • Nessuna forma di garanzia (solo l’attestazione del reddito percepito)
  • Indici TAN e TAEG fissi per tutta la durata del prestito.

    Per poter accedere ad un preventivo, basterà recarsi in una filiale di una banca o visitare il sito internet della stessa.

    Per quanto riguarda il preventivo online, la procedura sarà molto veloce ed intuitiva, basterà solamente collegarsi al sito internet di una banca o di un istituto finanziario, cliccare sul form specifico, inserire l’importo desiderato, il numero di rate e la posizione di appartenenza (dipendente o pensionato). Subito dopo la generazione della simulazione del preventivo, un consulente della banca contatterà il potenziale richiedente per valutare insieme la soluzione migliore del prestito.

    I dati forniti all’istituto finanziario o bancario saranno trattati secondo la normativa a tutela della privacy. Inoltre, se il richiedente non vorrà sottoscrivere il contratto per l’erogazione del prestito, i dati forniti fino a quel momento non verranno salvati.

    Il prestito con cessione del quinto dello stipendio o della pensione rappresenta quindi una scelta affidabile, sicura e semplice. Per ulteriori informazioni, consigliamo di recarsi presso la filiale di una banca o visitare il loro sito internet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *