Delega di pagamento

La delega di pagamento è un prestito garantito e assicurato per lavoratori dipendenti pubblici e privati, con trattenuta diretta
sullo stipendio.
Accoppiato con Quinto ti presto (cessione del quinto), il prestito delega consente di ottenere consistenti somme di denaro.

La delega di pagamento ti presto

 

La delega di pagamento è una forma di prestito personale garantito e assicurato la cui restituzione si effettua con trattenuta diretta sulla retribuzione (stipendio).

Caratteristiche 
Il prestito delega soddisfa le esigenze di liquidità da parte di quei lavoratori che hanno già precedenti trattenute in busta paga. E’ rivolto a tutte le tipologie di dipendenti, siano essi statali, pubblici o privati (D.P.R. 180/1950) e anche in presenza di disguidi finanziari e/o segnalazioni negative in banca dati.
Consente, in aggiunta al prodotto “Quinto tipresto”, di ottenere consistenti somme di denaro; il richiedente, infatti, ha la possibilità di impegnare fino al 50% della sua retribuzione mensile (previa autorizzazione espressa da parte del datore di lavoro). Differentemente dalla cessione del quinto, la delega di pagamento è una facoltà del dipendente, non un diritto, ed è subordinata al rilascio del nullaosta da parte del datore di lavoro, generalmente in virtù di convenzioni ad hoc stipulate con l’Ente finanziatore.
Finanziaria ti presto è sottoscrittrice di numerose convenzioni a livello nazionale e locale con Enti statali, pubblici e privati, per consentire un accesso al credito più semplice ed a condizioni estremamente competitive.

Vantaggi 
La delega di pagamento è un finanziamento personale non finalizzato, che non necessita di alcuna motivazione e/o giustificativi di spesa, nè di possedere un conto corrente. E’ un prestito a tasso fisso e rate costanticon ammortamenti da 24 a 120 mesi. Prevede una copertura assicurativa rischio vita e rischio impiego per tutta la durata del finanziamento, le cui spese sono incluse nella rata del prestito. L’obbligo di trattenere le rate direttamente in busta paga è in capo al datore di lavoro che, si assume contrattualmente la responsabilità di versarle mensilmente all’ente erogatore. L’importo della rata è generalmente vincolata al rispetto del quinto degli emolumenti netti, ma, previo assenso del datore di lavoro, è possibile impegnare fino al 30% dello stipendio mensile. Il tasso d’interesse (Tasso Annuo Nominale o TAN), previsto fisso dal legislatore per tutta la durata del finanziamento, e la struttura dei costi dell’operazione sono sintetizzati nel Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG).

Documentazione necessaria per la richiesta
• Documento d’identità in corso di validità
• Codice fiscale
• Ultima busta paga

Per procedere all’erogazione del finanziamento il richiedente deve fornire all’istituto finanziatore un prospetto contabile degli emolumenti denominato Certificato di stipendio e rilasciato dal datore di lavoro.

Compila il modulo di richiesta e sarai contattato da un nostro operatore.